Un altro anno sta per terminare e come al solito ci si ritrova a fare bilanci. Il 2017 è stato un anno impegnativo – sotto tutti i punti di vista – e probabilmente il 2018 sarà anche peggio. Avrei voluto viaggiare di più, fotografare di più, scrivere di più. Purtroppo non c’è stato il tempo per fare tutte queste cose, ma un po’ di giri in giro li ho fatti ed ho avuto la fortuna di collezionare ricordi bellissimi.

A Gennaio sono stata sui Colli Orientali del Friuli, tra vigneti meravigliosi, rovine romane, agriturismi ed influenze Slovene. A Febbraio sono andata a Cracovia per lavoro ma sono riuscita a fare anche un giretto notturno nella piazza principale della città. A Marzo ho visitato Palermo, della quale ho già ampiamente parlato. Ad Aprile sono salita finalmente a bordo del Trenino Rosso e sono arrivata in una Sankt Moritz inaspettatamente “calda”: ho pranzato sul lungolago e sono riuscita anche ad abbronzarmi. A Maggio ho inaugurato la stagione dei matrimoni (sono stati 4 quest’anno!) con una puntatina in Germania, più precisamente in un paesino vicino Magonza; il matrimonio è stata un’ottima occasione per rivedere delle amiche di vecchia data e viaggiare in decappottabile sulle strade tedesche. A Giugno sono andata sulle Dolomiti di Fassa e mi sono spinta fin sulla cima del Sass Pordoi insieme ad una mia amica storica: essere a 3 mila metri di altezza mi fa sempre sentire sempre un po’ in cima al mondo. A Luglio ho passato un weekend a Bucarest, città che si è rivelata molto interessante soprattutto dal punto di vista storico, visto che il regime comunista qui è durato fino al 1989. Ad Agosto mi sono diretta nuovamente nei Balcani, in Montenegro; ci sono andata per fare una vacanza mare, ma alla fine è stato impossibile resistere all’on the road tra i monti, i canyon ed i monasteri ortodossi. Ridendo e scherzando sono finita anche in Albania.. perché all’attraversamento delle dogane non si può dire mai di no! A Settembre sono tornata in Germania, questa volta “dell’est”: mi sono infatti recata a Lipsia per lavoro. Il tempo libero è stato pochissimo ma comunque sufficiente per visitare il piccolo centro storico. Visto che l’autunno è la nuova estate ad Ottobre sono tornata – dopo molti anni – a Formentera, anche perché mi aspettava il 3° matrimonio dell’anno. Inutile dire che è stato un weekend meraviglioso, in cui ho avuto anche l’occasione di rivedere un vecchio amico trasferitosi ad Ibiza. A Novembre c’è stato un altro ritorno, questa volta in una delle mie città del cuore: Praga; nonostante il tour de force lavorativo sono riuscita a ritagliarmi un paio d’ore per un pranzo con un altro amico ceco che non vedevo da qualche anno. Ed infine a Dicembre ho realizzato un desiderio: andare in Irlanda a vedere le Cliffs of Moher. E le ho viste benissimo, in tutta la loro maestosità, con un sole accecante a fare da cornice. Certo, il vento era fortissimo ed alla fine mi sono ammalata, ma ne è davvero valsa la pena e ci tornerei altre mille volte.

Avrei voluto scrivere molto di più di questi viaggi ma non c’è stato davvero il modo. Spero di farlo “retroattivamente” nell’anno che sta per iniziare. L’Irlanda è stata la 45esima nazione che ho visitato, e quando qualcuno mi chiede perché le conto, rispondo semplicemente che mi piace farlo. Non c’è nessuna gara con nessuno, forse solo con me stessa. Mi piacerebbe poter vedere sempre più paesi, perché ogni nazione è un posto a sé, con lingua, religione, cucina differenti.. e a me entusiasma l’idea di scoprirle tutte.

Ho smarcato qualche punto della mia lista dei desideri, ma ancora tanti restano li. Nel mio 2018 vorrei ci fossero il Sud America o l’Oceania ma so che è praticamente impossibile. Parlando di posti più “abbordabili”, mi piacerebbe visitare le seguenti capitali europee: Sarajevo, Kiev, Belgrado, Bratislava, Sofia, Tallinn, Riga, Vilnius. Vorrei anche visitare l’Islanda e la Georgia (anche se qua sconfiniamo nel Caucaso).

Vediamo cosa riuscirò a fare.. nel frattempo auguro a me stessa a tutti voi un anno pieno di sogni realizzati, viaggi on the road, voli non troppo scomodi, crociere su mari cristallini ed incontri entusiasmanti.

Buon viaggio 🙂

Serena

Annunci