Durante la primavera del 2016 io ed un mio amico ci ritroviamo “casualmente” a parlare di viaggi davanti ad una tisana (ebbene si, facciamo cose da anziani!). Elenchiamo i posti che vorremmo vedere, quelli dove non siamo mai stati, quelli dove torneremmo per vederli meglio.

“Sere, sai che paese mi incuriosisce? L’Azerbaijan!”
“Anche a me, da quando ho visto il padiglione a EXPO 2015 non me lo tolgo più dalla testa.”
“Dovremmo andarci..”
“Dovremmo, si!”

Detto, fatto, ho già il telefono in mano per capire quale combinazioni di voli sia la migliore e quali visti ci vogliano per arrivare in questo “misterioso” paese del Caucaso. I voli migliori sono decisamente quelli di Aeroflot via Mosca, e non vorrai mica passare da Mosca senza vederla?

Così abbiamo iniziato a programmare i nostri 7 giorni tra Mosca e Baku, sulle orme della Grande Madre Russia, dello zoroastrismo e di Alessandro Magno. La prima cosa di cui ci siamo preoccupati sono stati i visti; per entrambi i paesi infatti le pratiche burocratiche sembravano piuttosto complicate.

Per ricevere il visto turistico per la Russia della durata di 30 giorni è necessario presentare ai centri Vhs (Visa Handling Services) di Roma, Milano, Genova o Palermo i seguenti documenti:

  1. passaporto valido per almeno 6 mesi
  2. una foto tessera
  3. modulo di richiesta del visto compilato online e stampato (tramite sito ufficiale)
  4. prenotazione del volo di andata e ritorno
  5. assicurazione medica
  6. voucher turistico “visa support” rilasciato da un’agenzia turistica russa o da un hotel russo

Per ricevere invece il visto turistico per l’Azerbaijan della durata di 90 giorni i documenti da presentare all’ambasciata azera di Roma, anche tramite posta o corriere, sono i seguenti:

  1. passaporto valido almeno 6 mesi
  2. modulo di richiesta del visto
  3. due foto tessere
  4. prenotazione alberghiera
  5. prenotazione volo di andata e ritorno

Dopo aver contattato un agenzia di Milano abbiamo deciso, per questioni logistiche ed organizzative, di affidarci a loro. Contattare autonomamente un agenzia russa per farci inviare il visa support e l’ambasciata azera di Roma per la spedizione –  e restituzione – dei documenti avrebbe infatti portato via moltissimo tempo.

La spesa totale per le pratiche è stata di 180 €: 100 € per il visto russo ed 80 € per il visto azero. I tempi di rilascio sono di circa 10 giorni per la Russia e di circa 1 mese (a causa dei tempi di spedizione per e dall’Ambasciata di Roma) per l’Azerbaijan; ovviamente è sempre possibile velocizzare le pratiche pagando l’urgenza, ma noi non ne abbiamo avuto bisogno, essendoci mossi con circa 2 mesi di anticipo.

Qualche giorno prima della partenza ci sono stati restituiti i passaporti con i 2 visti e tutto era finalmente pronto per la nostra avventura in quella che una volta era l’Unione Sovietica!

Per continuare il viaggio leggete i prossimi post che pubblicherò 🙂

 

 

Annunci