In molti ci avevano sconsigliato l’isola di Sal per via del forte vento e dell’acqua fredda.. ma per fortuna abbiamo fatto di testa nostra: l’acqua è calda e il vento è piuttosto leggero, almeno nel periodo tra giugno e settembre. Il periodo più ventoso va in realtà da gennaio ad aprile, quando le temperature oscillano tra i 20 e i 26 gradi.

Il volo Neos che avevamo prenotato è partito con 4 ore di ritardo da Milano Malpensa, ma a parte questo è stato un buon volo; dopo quasi 6 ore siamo atterrati all’aereoporto internazionale Amilcar Cabral di Espargos. In seguito siamo stati portati al villaggio Riu Garopa che è situato in un unico complesso alberghiero insieme al Riu Funana; i due resort contano in totale 1,000 camere, 6 ristoranti di cui 4 tematici, 2 piscine d’acqua dolce, 5 bar, 6 negozi, una palestra, una sauna, una jacuzzi, una spa, ed una discoteca. La cittadina più vicina all’albergo è Santa Maria, unica zona davvero turistica dell’isola: qui ci sono negozi di souvenir, bar, ristoranti e discoteche. Alle ragazze sconsiglio di girare da sole, soprattutto la sera; per il resto a Santa Maria non c’è nulla di particolarmente caratteristico.

La temperatura si aggira sempre intorno ai 28 gradi quindi il venticello aiuta a non soffrire il caldo; nel periodo di luglio ed agosto il cielo non è sempre limpido ma anche se ci sono nuvole ricordate la protezione perché si rischia comunque la scottatura! L’oceano è stupendo: il colore è lo stesso dei caraibi ma attorno ci sono solo enormi distese di sabbia. Anche all’interno dell’isola c’è solo terra brulla e qualche rovo; proprio nei giorni in cui eravamo a Capo Verde ha piovuto per qualche minuto, come non succedeva da 10 anni. Miracoli della natura. A causa di questa aridità la popolazione locale ha abbandonato l’agricoltura per dedicarsi al turismo ed infatti sono ovunque in costruzione appartamenti ed alberghi.

In circa mezza giornata è possibile visitare l’intera Isola di Sal. La nostra visita è cominciata ed Espargos, la città principale, composta da strade semi asfaltate e case senza porte; qui ci sono alcuni negozietti che vendono manifattura senegalese e souvenir. Sicuramente tra Espargos e Santa Maria è più turistica la seconda, anche se entrambe mi hanno lasciato molto perplessa: la popolazione locale sembra essersi adattata solo alle peggiori abitudini degli occidentali. Dopo una breve sosta tra i negozi ci siamo diretti a Palmeira dove c’è il porto più importante dell’isola e poco lontano dal paese una piscina naturale; qui fanno il bagno i capoverdiani. A Buracona, a pochi km di distanza da Palmeira, c’è un altra piscina naturale con acqua calmissima; qui è possibile ammirare anche “l’occhio blu” ovvero una galleria profonda 12 metri che attraversa gli scogli e che crea uno strano riflesso nell’acqua sottostante. Ci siamo poi diretti all’interno dell’isola, verso il deserto, dove si possono vedere diversi miraggi; dopo alcune foto con lo sfondo del Monte Grande (il più alto dell’isola con i suoi 406 metri) siamo andati a Pedra de Lume. Qui ci sono le famose saline, tappa obbligata visto che siamo proprio nell’isola del sale; queste saline sono oggi di proprietà di un italiano che sembra aver comprato mezza isola. Dal paese di Pedra de Lume arrampicandosi su una strada sterrata che costeggia l’antica teleferica in legno si arriva all’ingresso del tunnel scavato nel vulcano nel 1804 e da qui si prosegue a piedi sbucando all’interno del cratere. Le saline hanno colori meravigliosi a causa dei numerosi minerali presenti; in esse si può fare il bagno e l’acqua è 35 volte più salata di quella del mare. Si galleggia senza volerlo e all’uscita il sale è davvero fastidioso; portatevi qualche euro per le docce o una bottiglia di acqua. Dopo questo bagno rigenerante siamo tornati in albergo dove abbiamo passato gli ultimi giorni di relax totale prima di tornare in Italia con un altro volo della compagnia Neos (questa volta puntuale!).

Indubbiamente Sal è un mondo a parte, fatto di case occidentali, ritmi brasiliani, e profumi d’Africa.

Dettagli del viaggio

  • Durata: 7 giorni
  • Periodo: Luglio 2008
  • Compagnia Aerea: Neos
  • Hotel: Club Hotel Riu Garopa
Annunci